DISCHETTI FERRERO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

SERIE ATLETICA

 

 

Adolfo Consolini (Lancio del disco), Pino Dordoni (Marcia),

Teseo Taddia (Lancio del martello)

 

 

Consolini

Dordoni

Siddi

Taddia

Tosi

 


 

SERIE AUTOMOBILISTI

 

 

Stirling Moss, Piero Taruffi, Tazio Nuvolari

 

 

Ascari

Bira

Castellotti

Fangio

Farina (almeno 2 diversi)

Gonzales

Moss

Musso

Nuvolari

Taruffi (almeno 2 diversi)

Villoresi

 


 

SERIE CALCIATORI

 

 

Guido Gratton, Giacomo Losi, Giampiero Boniperti

 

Le attribuzioni dei calciatori alle singole squadre sono state effettuate in base alla maglia con cui gli atleti compaiono nel relativo dischetto. I dischetti Ferrero sono stati prodotti in tre distinte serie concernenti i campionati 1955-56, 1956-57 e 1957-58, incluse alcune squadre di Serie B. I dischetti del 1955-56, con sfondo azzurro, furono in numero abbastanza esiguo (ed aventi per oggetto, riteniamo, solo calciatori). I dischetti del campionato 1956-57, con sfondo celeste, presentarono invece numerosi atleti di parecchie squadre, oltre ad altri generi, ebbero una grande diffusione e sono quelli che si trovano ancora oggi maggiormente in circolazione nel mercato collezionistico. La terza serie del 1957-58 torna invece allo sfondo azzurro, presentando vari nuovi dischetti soprattutto di squadre diciamo minori (per esempio, tutti i dischetti dell'Alessandria sono della terza serie), in alcuni casi un secondo esemplare di vecchi dischetti (per esempio nel caso di trasferimenti), continuando comunque a presentare esponenti di altre discipline sportive. Nel seguito indicheremo solo sporadicamente l'appartenenza di un dischetto ad una precisa di codeste tre serie, rimandando il collezionista interessato ad un'eventuale specificazione direttamente alle immagini delle collezioni Iazzetta ed Incredibile, entrambe ammirabili nel museo virtuale della figurina, e comprendenti nell'insieme quasi tutti i dischetti prodotti. Ecco infine a titolo di semplice promemoria la lista delle squadre di serie A e di serie B del campionato di calcio 1956-57:

 

- Atalanta, Bologna, Fiorentina, Genoa, Internazionale, Juventus, Lanerossi Vicenza, Lazio, Milan, Napoli, Padova, Palermo, Roma, Sampdoria, Spal, Torino, Triestina, Udinese;

 

- Alessandria, Bari, Brescia, Cagliari, Catania, Como, Legnano, Marzotto, Messina, Modena, Novara, Parma, Pro Patria, Sambenedettese, Simmenthal Monza, Taranto, Venezia, Verona.

 


 

Pedroni

 

Alessandria

Bonardi [sic, la grafia esatta del cognome è: Boniardi]

Castaldo

Giacomazzi (57-58)

Marcellini

Nardi [Questo dischetto presenta un errore di denominazione, in quanto il calciatore ivi raffigurato è in effetti Traverso.]

Pedroni

Savioni (57-58)

Stefani

Tagnin

Traverso [Pure questo dischetto presenta un errore di denominazione, il calciatore ivi raffigurato è in effetti Vitali.]

Vonlanthen (57-58)

 

Corsini

 

Atalanta

Angeleri

Annovazzi

Bassetto

Boccardi

Cattozzo

Corsini

Galbiati

Gustavsson

Janich

Longoni

Mion

Perani

Valli

Vittoni

 

Macchi

 

Bari

Baccalini

Bretti

Cancellieri

Cappa

Gariboldi

Macchi

Maestrelli

Mazzoni

Oldani

Rigonat

Seghedoni

 


     

Cervellati                               Cappello

 

Bologna

Ballacci

Bonafin

Bonifaci

Campatelli (allenatore)

Cappello (1955-56)

Cervellati

Fascetti

Giorcelli

Greco

Pascutti

Pavinato

Pilmarh [sic, la grafia esatta del cognome è Pilmark]

Pivatelli (almeno 2 diversi)

Pozzan

Randon

Rota

Vanini

 

     

Bersellini

 

Brescia

Balzarini

Bersellini

Crippa

Fattori

Gorlani

Neri

Nova

Raimondi

Varglien

 

Simeoli

 

Cagliari

Bertoli

Bortoletto

Cavazzuti

De Toni

Ghersetich

Mezzalira

Persico

Regalia

Sanna

Serradimigni

Simeoli

 

     

Segato

 

Fiorentina

Bernardini (allenatore)

Bizzarri

Cervato

Chiappella

Gratton (Guido)

Julinho

Magnini

Montuori

Orzan

Prini

Rozzoni*

Rosetta

Sarti

Segato

Toros

Virgili

 

* Questo dischetto manifestamente della Fiorentina riporta invero la denominazione RONZON, sebbene tale giocatore abbia militato dal 1952-53 al 1956-1957 con la Sampdoria e dal 1957-58 al 1959-60 con l'Atalanta. Non c'è dubbio che l'atleta raffigurato sia invece Orlando ROZZONI, vedi foto (fonte: http://www.laziowiki.org/wiki/Rozzoni_Orlando), il quale giocò in effetti con i viola nel 1956-57. Del resto, sul retro del dischetto sono riportati dati che a Orlando Rozzoni si riferiscono, e non a Pierluigi Ronzon. Data la somiglianza dei cognomi, è probabile che la Ferrero abbia fatto confusione tra i due atleti. Come spiacevole conseguenza però, un dischetto dedicato al vero Ronzon della Sampdoria non fu mai prodotto! (esiste invece un dischetto Rozzoni - SPAL della serie successiva 1957-58, vedi).

 

       

Carlini

 

Genoa

Abbadie

Becattini

Carapellese

Carlini

Corso

Dal Monte

De Angelis

Delfino

Frizzi

Gandolfi

Macor

 

                              

                Skoglund (55-56)          Skoglund (56-57)                  Ferrario

 

Inter

Armano (55-56)

Bearzot

Campagnoli

Dorigo

Ferrario (55-56)

Ferrero

Fongaro

Ghezzi (almeno 2 diversi)

Giacomazzi

Invernizzi

Lorenzi (almeno 2 diversi)

Massei

Matteucci

Nesti

Pandolfini

Skoglund (almeno 2 diversi)

Vincenzi

Vonlanthen

 

                        

                                                              Stivanello                                            Parola

 

Juventus

Antoniotti

Boniperti

Conti

Corradi

Emoli

Garzena

Hamrin

Montico

Muccinelli (militò nella Juventus nel 54-55, ma il dischetto appare successivo)

Nay

Parola (militò nella Juventus nel 53-54, ma il dischetto appare successivo)

Stivanello

Viola

Vivolo (militò nella Juventus nel 52-53, ma il dischetto appare successivo)

 


 

Aronsson

 

Lanerossi Vicenza

Aronsson

Boscolo (55-56)

Campana

Chiappin

David

Dell'Innocenti

Menti

Motta

Sentimenti IV

Valentinuzzi

 

Burini

 

Lazio

Bettini

Burini

Fuin

Lovati

Lucentini

Molino

Moltrasio

Muccinelli

Pinardi

Selmosson

Sentimenti V

 

Bosco

 

Messina

Bernini

Bosco

Cardillo

Colomban

Gratton (Elia) [Un terzino che giocò con il Messina dal 1954-55 al 1956-57, da non confondere con il più famoso Guido Gratton della Fiorentina.]

Grisa

Pantaleoni

Rossi

Salerno

Sellani

Zonch

 

             

Buffon                               Maldini                             Ricagni

 

Milan

Bergamaschi

Bredesen (almeno 2 diversi)

Buffon

Fontana

Galli

Liedholm

Maldini

Mariani

Nordahl (55-56)

Ricagni (55-56)

Schiaffino

Zagatti

Zannier

 

    

Pesaola

 

Napoli

Amadei (55-56) (almeno 2 diversi)

Beltrandi

Brugola

Bugatti (almeno 2 diversi)

Ciccarelli

Comaschi

Fontanesi

Franchini

Geronazzo

Greco II

Jeppson (55-56)

Morin

Pesaola

Posio

Trerè (55-56)

Vinicio

Vitali

 


 

Chiappella

 

Nazionale

Boniperti

Carapellese

Cervato

Chiappella

Gratton (Guido)

Magnini

Montuori

Rosetta

Segato

Viola

Virgili

 

Boscolo

 

Padova

Azzini

Blason

Bonistalli

Boscolo

Chiumento

Mari

Moro

Pin

Pison

Rosa

Scagnellato

 

Zamperlini

 

Palermo

Angelini

Bettoli

De Grandi (militò nel Palermo nel 53-54, ma il dischetto appare successivo)

Gomez

Griffith

Lonardi

Maselli

Mialich

Passarin

Vicariotto

Zamperlini

 

Pistrin

 

Roma

Bartolini [sic, la grafia esatta del cognome è: Barbolini]

Cardarelli

Cardoni

Chiggia [sic, la grafia esatta del cognome è: Ghiggia]

Da Costa

Giuliano

Losi

Loyodice [sic, la grafia esatta del cognome è: Lojodice]

Nordahl (almeno 2 diversi)

Panetti

Pistrin [sic, la grafia esatta del cognome è: Pestrin]

Prenna (55-56)

Sarosi (allenatore)

Stucchi

Tessari

Venturi

 

   

Moretti

 

Sambenedettese

Barbieri

Buratti

Celio

Clementoni

Dreossi

Guidazzi

Marchetti

Moretti

Pizzi

Rosati

Rossi

 

  

Bernasconi

 

Sampdoria

Agnoletto

Agostinelli

Arrigoni

Bardelli

Bernasconi

Farina

Firmani

Martini

Ocwirk

Tortul

Vicini

 

   

Lucchi                           Delfrati

(La Spal del 57-58 comparve con una tenuta diversa)

 

SPAL

Bertocchi (almeno 2 diversi)

Broccini (57-58)

Costantini

Dal Pos (versione 57-58)

Delfrati

Del Pos [sic, la grafia esatta del cognome è: Dal Pos]

Dido

Di Giacomo

Ferraro (almeno 2 diversi)

Firotto

Lucchi

Novelli

Prenna

Rozzoni (57-58)

Sandell (almeno 2 diversi)

Santin (57-58)

Tabanelli (allenatore)

Villa

Vinyei [sic, il cognome si trovava scritto spesso come: Viney]

 

                  

                                                       Grava                             Bertuccelli                        Ricagni

 

Torino

Arce

Armano

Bacci

Baldi (allenatore)

Bertoloni

Bertuccelli*

Borsani**

Cuscela

Ganzer

Grava

Grosso

Padulazzi (55-56)

Ricagni

Rimbaldo

Rigamonti

Tacchi

 

* Questo dischetto costituisce un autentico mistero. Infatti fino al 1953-54 Bertuccelli fu apprezzato terzino della Juventus, nel 1954-55 passò alla Roma, dove giocò poco (soltanto 6 partite) a causa di un infortunio, per poi ritirarsi definitivamente a fine stagione. Insomma, Bertuccelli non era più attivo né nel 1955-56 né nel 1956-57, stagione alla quale si riferisce il dischetto in parola, e soprattutto non ha mai militato nel Torino, un errore veramente incomprensibile da parte della Ferrero.

** Borsani è raffigurato in effetti con la maglia granata, e il dischetto riporta sul retro le seguenti notizie: "N. 1935 Busto Arsizio mezz'ala sinistra cresciuto nella Pro Patria e passato al Torino nel 1956/57". In quell'anno però Borsani militò nell'Atalanta, mentre al Torino non ci risulta abbia appartenuto mai. Come abbiamo già avuto modo di notare in altre occasioni, simili errori non appaiono del tutto rari.

 

 

         

Claut                                 Ferrario

 

Triestina

Bandini

Belloni

Brighenti

Claut

Ferrario

Freschi

Gazzaniga [sic, la grafia esatta del cognome è: Cazzaniga]

Natteri

Olivieri

Petagna

Szoke

 


 

      

Frignani                          Bettini

(L'Udinese comparve con due maglie diverse)

 

Udinese

Azimonti

Bettini (57-58)

Bredesen (55-56)

Cardarelli (57-58)

Cudicini

De Giovanni

Fontanesi

Frignani

Lindskog (almeno 2 diversi)

Magli

Manente

Menegotti

Pantaleoni

Perissinotto

Piquè (almeno 2 diversi)

Romano

Sant

Sassi

Secchi

Valenti (almeno 2 diversi)

 


 

      

Stefanini                           Basiliani

(Anche il Verona, come l'Udinese, comparve con due maglie diverse)

 

Verona

Bagnoli (57-58)

Basiliani

Bassetti (almeno 2 diversi)

Begalli

Bertucco

Cardano

Cuttica

Donzelli

Frasi

Ghiandi

Ghizzardi (almeno 2 diversi)

Gundersen

Larini (almeno 2 diversi)

Maccacaro (almeno 2 diversi)

Rosetta (57-58)

Stefanini

 


 

SERIE CICLISTI

 

 

Jacques Anquetil, Fiorenzo Magni, Louison Bobet, Fausto Coppi

 

Albani

Anquetil

Astrua

Bevilacqua

Bobet

Brankaert [sic, la grafia esatta del cognome è: Brankart]

Carrea

Clerici

Coletto

Coppi

Corrieri

De Filippis [sic, la grafia esatta del cognome è: Defilippis]

Filippi

Fornara

Geminiani

Koblet

Kubler

Lauredi

Lorono

Maggini

Magni

Maspes

Minardi

Monti

Moser

Nencini (almeno 2 diversi)

Ockers

Robic

Schaer

Soldani

Van Steembergen [sic, la grafia esatta del cognome è: Van Steenbergen]

Wagtmans

 

 

Nota - Stona senz'altro l'assenza di un dischetto dedicato al grande GINO BARTALI (1914-000), il quale però aveva lasciato ufficialmente l'attività agonistica nel 1954, prima quindi della produzione dei dischetti metallici. In effetti un dischetto Ferrero di plastica a lui dedicato esiste (vedi la successiva Appendice concernente tali oggetti), riconducibile quindi proprio al 1954 circa.

La precedente spiegazione non funziona però per un altro grande campione anch'egli assente nella lista di cui sopra, cioè lo scalatore lussemburghese CHARLY GAUL (1932-2005). Pure a lui fu dedicato un dischetto di plastica (vedi immagini seguenti), ma non uno metallico, sebbene nel 1956 fosse ancora un ciclista a tutti gli effetti: vinse addirittura l'edizione del Giro d'Italia di quell'anno, e ancora nel 1958 il Tour De France.

 

         

 


 

SERIE MOTOCICLISTI

 

 

Enrico Lorenzetti, Carlo Ubbiali, Geoffrey Duke

 

 

Bandirola

Duke (almeno 2 diversi)

Lorenzetti (almeno 2 diversi)

Masetti

Merlo

Milani

Pagani

Ubbiali

 


 

SERIE PERSONAGGI DELLO SPETTACOLO

 

 

Clark Gable, Elizabeth Taylor, Marlon Brando

 

 

Vivian Blaine

Ann Blyth

Mike Bongiorno

Marlon Brando

James Cagney

Leslie Caron

Cyd Charisse

Richard Conte

Bing Crosby

Dan Dailey

Kirk Douglas

Gleen [sic, la grafia esatta del nome è: Glenn] Ford (almeno 2 diversi)

Anne Francis

Clark Gable

Ava Gardner

Stewart Granger

Alec Guinness

Susan Hayward

Louis Jourdan

Howard Keel

Gene Kelly

Grace Kelly

John Kerr

Ann Miller

Debra Paget

Eleanor Parker

Walter Pidgeon

Anna Maria Pierangeli (Pier Angeli)

Jane Powell

Donna Reed

Debbie Reynolds

Aldo Saporetti

Jean Simmons

Frank Sinatra

Elizabeth Taylor

Robert Taylor

Achille Togliani

Spencer Tracy

Lana Turner [Questo dischetto aveva due distinte versioni.]

Esther Williams

 

 

Nota - Appare curioso come la Ferrero abbia omesso quasi in toto di celebrare in questa serie di dischetti grandi attori italiani: un perdurante esempio della moda esterofila del dopoguerra?!

 


 

SERIE PUGILI

 

 

Mario D'Agata (due esemplari diversi), Charles Humez

 

Cavicchi

Cerasani

D'Agata (almeno 2 diversi)

Festucci

Humez (almeno 2 diversi)

Loi

Minelli

Mitri

Robinson

Rocci

Vernaglione

 


 

APPENDICE

 

 

Questa appendice è dedicata ai dischetti di plastica, oggetti che fanno parte di una serie divenuta oggi alquanto rara (forse al tempo neppure distribuita in tutto il territorio nazionale?!), su cui non abbiamo per il momento informazioni soddisfacenti, se non le scarne che qui riusciamo a presentare. Tutti quelli che conosciamo (con un'unica eccezione relativa al giocatore Cardoni con la maglia della Roma) sono compatibili con gli schieramenti del 1954-55: se ne deduce che essi apparvero in un periodo precedente i dischetti metallici (esattamente un campionato prima, prendendo come riferimento il calcio), nonostante la circostanza appaia sorprendente ai più (la plastica viene comunemente intesa come un'evoluzione del metallo). Di diametro 3,5 centimetri, venivano distribuiti in omaggio insieme a prodotti dell'azienda, inseriti in bustine del tipo di quella visibile nell'immagine precedente (proveniente dal bellissimo Museo di Pignaca curato da Gianfranco Ronchi: http://www.gianfrancoronchi.net/). Sul retro riportavano semplicemente la scritta: Industria Dolciaria Ferrero Alba, senza nessuna informazione relativa all'atleta raffigurato (nel seguito, un dischetto della squadra Pro Patria verrà presentato in fronte e retro). Di tali dischetti dovettero esistere almeno due edizioni, che differiscono visibilmente per il formato e per lo spessore della cornicetta circolare (che appare in diversi colori) intorno all'immagine.

Rammentiamo che le 18 squadre le quali disputarono il campionato di calcio di serie A 1954-55 erano: Atalanta, Bologna, Catania, Fiorentina, Genoa, Internazionale, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Novara, Pro Patria, Roma, Sampdoria, Spal, Torino, Triestina, Udinese. Ci sono noti però, per esempio, dischetti di plastica dedicati al Modena, al Padova e al Verona, che militavano nel periodo in questione in serie B (tranne la seconda squadra menzionata, anche negli anni immediatamente successivi). Non sappiamo purtroppo quante squadre della serie inferiore vennero in tal modo privilegiate.

Segnaliamo poi che furono prodotti pure numerosi dischetti di plastica illustranti il mondo del ciclismo, sport all'epoca altrettanto popolare del calcio.

Tutti i (relativamente pochi) dischetti di cui abbiamo notizia certa sono elencati al termine della presente appendice, ma per quanto riguarda il calcio appare piuttosto probabile che furono presentate le intere rose delle squadre.

Si informa infine che nella pagina web dedicata alla "collezione Iazzetta" è presente un link relativo a un certo numero di dischetti di plastica appartenenti alla collezione privata di Franco Semenzin.

 

(Avendo raccolto informazioni da diversi collezionisti, senza avere talora il materiale classificato sotto gli occhi, speriamo che non si siano verificati equivoci con altri analoghi dischetti di plastica prodotti nella medesima epoca dalla ditta Idam Martesano di Pozzuolo Martesana, Milano. Fu questa un'agguerrita concorrente della Ferrero, fino a che ne venne acquisita nel 1957.)

 

- - - - -

 

 

Annovazzi

 

Atalanta

Angeleri

Annovazzi

Bassetto

Cattozzo

Corsini

Fommel

Lenuzza

Longoni

Rasmussen

Stefani

Villa

 

 

Pivatelli

 

Bologna

Cappello [che poi sarebbe Cappello IV]

Pilmark

Pivatelli

 

 

Ghiandi

 

Catania

Baccali

Bardelli

Ghiandi

Gotti

Santamaria

Spartano

 

 

Mariani

 

Fiorentina

Mariani

Virgili

 

 

Becattini

 

Genoa

Becattini

Corrente

Corso

Firotto

Franzosi

Frizzi

Gremese

 

 

Armano

 

Internazionale

Armano

Bernardin

Bonifaci

Ghezzi

Giacomazzi

Lorenzi

Mazza

Neri

Nesti

Skoglund

Vincenzi

 

 

Manente

 

Juventus

Boniperti

Bronèe

Corradi

Ferrario

Gimona

Manente

Muccinelli

Praest

Turchi

 

 

Motta

 

Lanerossi Vicenza

Moro

Motta

 

 

Giovannini

 

Lazio

Alzani

Antonazzi

Burini

Fontanesi

Giovannini

Vivolo

 


 

 

Maldini

 

Milan

Bergamaschi

Buffon

Frignani

Liedholm

Maldini

Nordahl

Ricagni

Schiaffino

Tognon

Vicariotto

 

 

Robotti

 

Modena

Pallaoro

Robotti

Zambarda

 

 

Granata

 

Napoli

Ciccarelli

Comaschi

Granata

Pesaola

Viney

 

 

De Togni

 

Novara

De Togni

 


 

 

Zanon

Padova

Mori

Pison

Zanon

 

 

Donati

 

Pro Patria

Cecconi

Donati

Hoffling [sic, la grafia esatta del cognome è: Höfling]

 

Roma

Cardoni (questo giocatore militò con il Genoa nel 1954-55, e passò alla Roma solamente nel 1956-57)

 

 

Lucchi

 

Spal

Lucchi

Persico

 

 

Bearzot

 

Torino

Bacci

Bearzot

Grava

Lovati

Moltrasio

 


 

 

Perissinotto

 

Udinese

Azimonti

Castaldo

Fontanesi

Perissinotto

Snidero

Szoke

Travagini

 

 

Zamperlini

 

Verona

Begalli

De Toni

Lonardi

Luosi

Raise

Scaramuzzi

Zamperlini

 


 

Ciclisti

 

     

 

Albani                                Biagioni

 

Albani

Assirelli

Barducci

Baroni

Barozzi

Barozzi D.

Bartali

Bartalini

Benedetti

Bevilacqua

Biagioni

Bresci

Carrea

Ciolli

Clerici

Coletto (almeno 2 diversi)

Conterno

Coppi

Corrieri (almeno 2 diversi)

Decok

De Filippis

De Santi

Filippi

Fornara

Franchi

Gaggero

Gaul

Gismondi

Giudici

Huber

Impanis

Isotti

Koblet

Loroño

Maggini

Magni

Martini

Massocco

Milano

Minardi

Monti

Müller

Nencini

Ockers

Robic

Roks [sic, la grafia esatta del cognome è: Rooks]

Rossello

Ruiz

Sacchi

Schaer

Scudellaro

Serena

Soldani

Van Est

Van Steenbergen

Vagtmans [sic, la grafia esatta del cognome è: Wagtmans]

Volpi

Voorting

Zuliani

- - - - -

 


 

Nota finale.

 

I dischetti metallici (della seconda serie 1956-57) potevano essere raccolti in contenitori del tipo qui di seguito raffigurato:

 

 

anche se era più usuale tenerli sciolti, per giocarci (si veda: http://www.cartesio-episteme.net/giochi.pdf), scambiarli, etc..

 

I dischetti metallici Ferrero (che per il suono argentino si distinguono da tutti gli altri simili prodotti di differenti ditte, tra le quali spicca particolarmente la V.A.V., ossia: "Venturini Antonio Verona"), di diametro minore di quelli di plastica (2,9 centimetri), si trovavano allegati a sottili tavolette di cioccolata, le quali avevano una sorta di rientranza nel mezzo, in cui era posto appunto il dischetto (che così veniva a poggiare direttamente sulla cioccolata, una circostanza che oggi sarebbe impensabile - vedi l'immagine finale della presente scheda). Essi recavano sul retro alcune brevi notizie riguardanti il personaggio raffigurato. Nell'immagine successiva abbiamo riportato a mo' di esempio un dischetto rimasto in condizioni quasi perfette, dedicato al campione di automobilismo Eugenio Castellotti.

 

   

 

I dischetti, di metallo o di plastica (non menzioniamo quelli in semplice cartoncino, o le figurine di carta di forma circolare), non furono, come peraltro già notato, un'esclusiva della Ferrero. Ne furono prodotti infatti dalla "Martesano" e dalla "V.A.V." (ossia: "Venturini Antonio Verona"), tanto per citare i più diffusi, ma si conoscono dischetti anche delle ditte: "Abbazia" (Industria Surrogato di Cioccolato, Badia Polesine, Rovigo), "Astorina" (la casa editrice milanese famosa per la pubblicazione di "Diabolik"; tali dischetti erano di cartoncino duro plastificato, e venivano detti anche "gettoni" o "figurine rotonde plasticate"; erano suddivisi in 12 serie di 5 esemplari ciascuna, del tipo: Gli assi dello sport, I nostri comici, Fantascienza, etc., ed esisteva perfino un piccolo album per la loro raccolta, che rimaneva per lo più vuoto, in quanto i ragazzi dell'epoca preferivano utilizzare i dischetti a fine di gioco), "FIDASS" (Serravalle Scrivia, Alessandria; del genere in questione ci sono noti soltanto dischetti di ciclisti, che erano dati in omaggio con i cioccolatini Boero della "Dolciaria Rovelli", Montefiore Conca, Rimini), "La Giulia" (Gorizia), "Persicostampa" (Cremona). Sono noti perfino dischetti del periodo anteguerra, che furono editi dalla ditta "D.E.A." di Milano (recavano la scritta: "GETTONE SPORT", e furono distribuiti in varie serie presumibilmente negli anni tra il 1925 e il 1935). Ricordiamo pure, della stessa epoca, i "GETTONI ITALIA", sempre metallici, ma di forma quadrata con gli angoli arrotondati, che rappresentarono anche ciclisti. [Analoghe a questi come forma geometrica, le "figurine" di calciatori in celluloide con la scritta: "DOMANITALIA - VERONA", distribuite almeno in occasione del campionato 1932-33. Sono note simili figurine in celluloide della stessa DOMANITALIA, aventi però la classica forma rettangolare, relative al campionato precedente, 1931-32.]

 

- - - - -

 

Si prega di segnalare errori ed omissioni a:

Umberto Bartocci - bube231@yahoo.it

 

- - - - -

 

La precedente catalogazione, pur alquanto deludente in alcuni punti, costituisce comunque un notevole ampliamento, effettuato sulla scorta di collezioni private e ricordi personali (in qualche misura forieri di possibili "sviste", di cui ci si scusa in anticipo), di quella pubblicata a cura di Alberto Rodar nelle pagine 29-30 del N. 1/1994 (anno III) della "Fanzine di collezionismo" Mancolista (Bologna, 1992/1999, editore: Gianni Cristofori). Rodar ha cortesemente collaborato anche alla presente messa a punto. Si ringraziano inoltre vivamente per la gentile collaborazione: Pietro Cabras, Simone Capitani, Piero Coppo, Gianni Cristofori, Dario Fangaresi, Paolo Ferrara, Stefano Ferrazzoli, Aldo Franceschini, Aldo Gabbiano, Eugenio Gigantino*, Guido Iazzetta (la cui bella ed ampia collezione presentiamo in rete a parte, per il piacere degli occhi non solo dei collezionisti, ma anche di chi solamente ricorda con affetto questi pezzi), Antonio Incredibile (anche le immagini della collezione dell'amico Antonio sono state successivamente inserite nel museo), Giovanni Magini, Luca Mencaroni, Enzo Nappi, Sebastiano Piccioni**, Antonio Polito, Franco Semenzin, Giuseppe Turano.

 

(* Viale Eritrea 72, 00199 Roma, tel.06-86216913: questo collezionista cerca in particolare Mancolista, NN. 2 e 3 del 1992 + Figurine FIDASS.)

(** Il collezionista romano Sebastiano Piccioni ci ha segnalato gentilmente alcune precisazioni cronologiche, e ci ha inviato il seguente facsimile delle famose tavolette di cioccolata, con il dischetto al centro.)

 

 

- - - - -

 

Perugia, dicembre 2005 - marzo 2006 - giugno 2006 - dicembre 2006 - febbraio 2007 - maggio 2007 - luglio 2007 - ottobre 2007 - maggio 2008 - luglio 2008 - settembre 2009 - novembre 2009 - etc. - nuova versione riveduta e corretta: novembre 2012; novembre 2013.